9.00 – 13.00 / 14.00 – 18.00

Lun - Gio | Ven 9.00 - 13.00

Via Rimini, 7

9.00 – 13.00 / 14.00 – 18.00

Lun - Gio | Ven 9.00 - 13.00

Via Rimini, 7

20+

Anni di esperienza​​

▬ InMoore ▬

Chi siamo

InMoore è il frutto di oltre 20 anni di esperienza nel mercato assicurativo.

La nostra passione ci ha spinto a specializzarci nel settore delle responsabilità professionali. La selezione e lo studio continuo dei testi è ciò che ci caratterizza e che ci permette di trovare la soluzione migliore per ogni necessità.

Collabora con noi per trovare la serenità che meriti.

Selezioniamo, perfezioniamo e gestiamo i migliori contratti assicurativi del mercato per categorie professionali. Contattaci adesso per ottenere un preventivo in pochi minuti!

▬ Il miglior partner per la tua sicurezza ▬

Perchè sceglierci

Esperienza

Siamo altamente formati nel campo delle assicurazioni per categorie professionali. Nell’arco della nostra lunga esperienza abbiamo studiato, selezionato e perfezionato i migliori contratti del mercato per abbinare risparmio e massima copertura.

Passione

Amiamo il nostro lavoro! Studiare, approfondire e ricercare i migliori prodotti assicurativi è il nostro “pane quotidiano”. Investiamo il nostro tempo nell’analisi della figura di ogni cliente e nella ricerca della soluzione perfetta per lui.

Chiarezza

Quando si tratta di responsabilità civile professionale non c’è spazio per gli imprevisti. Ogni nostra proposta è spiegata in termini semplici e comprensibili, tanto da creare la consapevolezza nei nostri clienti.

Gestione Sinistri

L'esperienza maturata ci ha permesso di estendere i nostri servizi alla completa gestione del sinistro. Siamo in grado di gestire qualunque difficoltà e supportare i nostri clienti nei momenti più difficili.

Clicca sul bottone qua sotto per richiedere adesso un preventivo gratuito

Il nostro metodo

Analisi compagnie e contratti

Selezioniamo le migliori compagnie del mercato analizzando nel dettaglio i contratti proposti, le coperture e il loro funzionamento. Sintetizziamo il contenuto dei contratti proposti per consentire ad ogni cliente di effettuare un confronto rapido ed immediato e una scelta consapevole.

Approfondimento profilo cliente

Basandoci sulle informazioni ed esigenze raccolte, individuiamo la soluzione adeguata per ogni caso specifico. Grazie a questa attività possiamo comprendere a fondo ogni situazione e proporre la copertura corretta.

Proposta del contratto

Guidiamo il nostro cliente nella scelta della proposta corretta. Una volta stipulata la polizza restiamo sempre a disposizione per ogni necessità, occupandoci della gestione del contratto e di eventuali sinistri, supportando al meglio chi ci ha scelto.

Gestione del cliente

Prima di ogni rinnovo è fondamentale ripetere il processo. Le esigenze possono cambiare, per questo è importante restare sempre in contatto ed essere aggiornati. Valutiamo i cambiamenti avvenuti durante l’anno per gestire al meglio i rinnovi ed essere sicuri che il contratto stipulato sia sempre il migliore.

Il nostro team

Alessandro Lombardi

Approfondisci

Analisi e conferma dei testi di polizza da sottoporre al target market. Produzione schede prodotti. Strategie di marketing. Gestione sinistri, guida e supporto nella liquidazione.

Luca Di Rosa

Approfondisci

Impegnato nel reparto commerciale, nella gestione del portafoglio clienti e cura dei loro rapporti con l'agenzia. Si occupa inoltre di delineare le esigenze dei clienti e di ricercare e formulare le proposte assicurative più idonee.

Valentina Fanella

Approfondisci

Addetta contabilità e amministrazione, supporto alla clientela e attività di segreteria.

Michela Lapolla

Approfondisci

Cura i rapporti tra agenzia e clienti al fine di scegliere i prodotti più opportuni per le loro esigenze, supporta le attività di ricerca nel mercato assicurativo e gestisce il portafoglio multirischio.

Nicole Baldissera

Approfondisci

Si occupa della gestione del portafoglio multi-asset, della formulazione di raccomandazioni di gestione del rischio e nella generazione di idonee e personalizzate ricerche sul mercato assicurativo, curando i rapporti con agenzie e filiali.

▬ Recensioni ▬

Cosa dicono i nostri clienti

Nel 2015 abbiamo avuto il piacere di conoscere Alessandro: grazie alle sue competenze siamo riusciti a

Irene Gonnelli – Iccab srl

www.marinamilitare-sportswear.com

Ho conosciuto Alessandro grazie al mio socio Riccardo Biagioni: mi ha fatto subito una bellissima impressione,

Gianni Diddi – Bimitex srl

www.bimitex.it

Ho scelto di appoggiarmi ad InMoore perché Alessandro ha costanza e a me piace premiare chi insiste nella

Alberto Nistri – Filtrade S.p.a.

www.filtradespa.com

Ho scelto la società del Sig. Lombardi per la professionalità dimostrata con la competenza e conoscenza del settore

Sandro Niccolai – Tecnocom s.r.l.

www.tecnocomsrl.net

Ho conosciuto Alessandro quando lavorava in Toro Assicurazioni nel 2009, nel 2011 momento in cui è

Roberto Luzzi – Omcf srl

www.omcfsrl.it

Avevamo un Broker fino al 2016 pensando che fosse tutto in regola, sempre nel 2016 ci è stato

Francesco Campigli – Campigli Legnami srl

www.campiglilegnami.it

Nel settembre 2017 abbiamo conosciuto il Sig. Lombardi di Inmoore. Da tempo volevamo instaurare un rapporto

Fabrizio Fabbri – Inres S.c.

www.inres.it

Domande Frequenti

Le risposte alle domande che riceviamo più frequentemente dai nostri clienti, che possono aiutarti a risolvere i dubbi più comuni quando ci si approccia ad un’assicurazione per responsabilità civile professionale.

E’ la polizza obbligatoria per legge, che tutela il professionista per le somme che è tenuto a pagare a terzi a seguito di errori od omissioni commessi nello svolgimento della sua attività.

Sono assicurati il contraente della polizza, qualsiasi titolare, socio, partner, professionista associato, dipendente o collaboratore del contraente per l’attività svolta per conto e nel nome del contraente, eredi, tutori e curatori di qualsiasi assicurato.

Il professionista può scegliere tra diverse opzioni che vanno da un minimo di 250.000 Euro ad un massimo di 5.000.000 Euro. Per alcune specifiche garanzie la polizza prevede dei massimali inferiori (“sottolimiti”).

Sì, nel caso in cui si rendesse necessario in corso d’annualità aumentarlo.

Ad ogni opzione di massimale corrisponde una franchigia, da un minimo di 350 Euro.

È il tipo di operatività della polizza. La copertura vale per le richieste di risarcimento ricevute durante il periodo di durata del contratto per errori od omissioni commessi anche in un momento precedente la stipula. (il periodo di retroattività è quello previsto dalla continuità contrattuale, oppure si può optare anche per aumenti di periodo) e per i quali non siano già emerse contestazioni.

Le contestazioni ed i sinistri sono sempre presi in carico dal contratto in essere il quale può prevedere una retroattività (anche superiore ai 10 anni) a copertura delle attività svolte negli anni pregressi. La tua attività è sempre garantita dall’ultimo contratto sottoscritto.

E’ un periodo successivo alla scadenza dell’assicurazione nel quale possono essere accolte denunce di reclami conseguenti ad errori od omissioni commessi fino alla data di scadenza dell’assicurazione. E’ consigliata l’attivazione della garanzia postuma, che avrà un costo pari al 250% dell’ultimo premio pagato, in caso di cessazione dell’attività professionale, in modo da tutelare l’assicurato da eventuali danni che dovessero emergere nel decennio successivo alla cessazione dell’attività.

La polizza opera per attività svolte in qualsiasi luogo del mondo, con la sola eccezione di USA, Canada e dei territori sotto la loro giurisdizione. Tuttavia, alcuni paesi hanno legislazioni particolari che impongono la stipula “in loco” di assicurazioni integrative.

La polizza è strutturata nella forma “all risks”, ossia a copertura di tutti i danni causati da qualsiasi attività consentita dalla legge e dai regolamenti che disciplinano l’esercizio della professione indicata, siano essi di natura patrimoniale, materiale o corporale, con la sola eccezione dei casi specificati nella sezione “esclusioni”. Nella polizza sono comunque state indicate alcune attività, le più comuni, a titolo puramente esemplificativo ma in ogni caso non limitativo.

La polizza copre le spese legali nei limiti previsti dall’art. 1917 del Codice Civile, ossia a condizione che tali spese debbano essere sostenute per resistere ad un’azione di un qualsiasi reclamante che potrebbe comportare il pagamento di un indennizzo da parte dell’assicurato.

Si intende il fatturato lordo di competenza dell’esercizio precedente a quello di adesione alla convenzione (o rinnovo), anche se non incassato, comprensivo dei contributi integrativi assoggettati ad IVA. L’importo deve includere solo i corrispettivi derivanti dall’esercizio dell’attività professionale, escludendo quindi gli altri introiti relativi, ad esempio, al recupero di spese dello studio.

Deve essere indicato il fatturato previsto per l’esercizio in corso.

La qualità dei prodotti è altissima per andare il più possibile incontro alle esigenze della maggioranza degli iscritti. Il professionista può scegliere, oltre al massimale, l’eventuale attivazione delle garanzie/esclusioni previste all’interno del questionario ricevuto.

Si, il testo è stato predisposto dagli assicuratori per essere adeguato alla quasi totalità delle casistiche relative all’attività professionale dichiarata e se necessario possiamo dialogare con gli assicuratori al fine di supportare i professionisti adeguando il testo alle richieste del committente.

Si prevediamo una tariƯa speciale per i professionisti “under 35” che prevede un massimale dedicato e franchigie ridotte.

La polizza può prevedere o meno il tacito rinnovo automatico. Nei 30 giorni antecedenti la scadenza,
ogni assicurato riceverà un’e-mail contenente un questionario per procedere con il rinnovo della copertura, il cui costo sarà parametrato al fatturato realizzato nell’anno precedente. L’assicurato può comunicare la disdetta dell’incarico aƯidato al Broker inviando prima dei 60 giorni antecedenti la scadenza una lettera raccomandata o un’e-mail PEC.

La polizza definisce come “reclamo” che deve essere denunciato agli assicuratori qualsiasi richiesta di risarcimento presentata all’ assicurato, qualsiasi diƯida scritta o verbale ricevuta dall’assicurato in cui un terzo esprima l’intenzione di attribuirgli delle responsabilità, qualsiasi circostanza (compresi avvisi di garanzia e/o mandati di comparizione) di cui l’assicurato venga a conoscenza che si presuma possa ragionevolmente dare origine ad una richiesta di risarcimento nei suoi confronti, qualsiasi notifica dell’avvio di un procedimento da parte della Corte dei Conti per l’accertamento della responsabilità amministrativa ed amministrativa-contabile.

Le polizze assicurative di base prevedono una tabella assicurativa di compagnia utile al calcolo dell’invalidità permanente che però definisce delle % più contenute rispetto ad una tabella Inail. Per fare un esempio, la tabella Inail nel caso di amputazione del pollice attribuisce all’assicurato il 28% di invalidità permanente contro il 18% di quella prevista nella tabella assicurativa. Quando stipuli una polizza assicurativa infortuni, domanda sempre quale criterio d’indennizzo prevede la mia polizza per le invalidità permanenti.

Il premio di assicurazione viene restituito dall’ Assicuratore in caso di alienazione del bene, decesso del contraente/assicurato (presentando il certificato di morte) e rottamazione, ma solo nel caso dei contratti RCA e sempre al netto delle imposte e del contributo Sanitario Nazionale. Per tutti gli altri contratti assicurativi, il premio rimane in pancia alla compagnia come acquisito.

Quando si stipula un contratto di mutuo per l’acquisto di un immobile vengono stabilite con la Banca erogatrice le assicurazioni da applicare al finanziamento. L’unica assicurazione, un tempo facoltativa, attualmente obbligatoria è quella scoppio ed incendio, che permette di coprire le spese derivanti da eventuali danni causati da incendio, fumo, vapore, esplosione, perdite di gas. Il risarcimento non copre l’incuria, la disattenzione e gli atteggiamenti che potrebbero creare pericolo nella propria abitazione. A titolo esemplificativo, sono, pertanto, coperti i danni causati dal fuoco e dal fumo ma non quelli derivanti dal mancato spegnimento di una sigaretta o da una cattiva o assente manutenzione della caldaia che ha generato l’incendio o l’esplosione. Esistono poi assicurazioni facultative (polizza rischio vita; polizza rischio impiego) che possono essere stipulate in accordo con il beneficiario o richieste dalla Banca erogatrice del mutuo qualora ricorrano condizioni particolari.

Certificazione tributaria (“visto Leggero”) è la certificazione attestante che il soggetto incaricato al controllo abbia attestato la bontà dei crediti Irpef, Irap, Ires e la compensazione iva che precedentemente erano 15.000,00 ridotti a 5.000,00 Euro dal 24/04/2017.

Certificazione tributaria (“Visto Pesante”) è la certificazione attestante che il soggetto incaricato del controllo (“certificatore”) ha accertato l’esatta applicazione delle norme tributarie relative al reddito d’impresa ed eseguito gli adempimenti, i controlli e le attività, indicate annualmente con un apposite decreto. Sono abilitati al rilascio della Certificazione tributaria i revisori contabili iscritti da almeno 5 anni agli albi dei dottori commercialisti, ragionieri e periti commerciali e dei consulenti del lavoro, abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni. Come per il visto di conformità e l’asseverazione, i certificatori devono preventivamente comunicare tale attività di controllo alla direzione regionale delle Entrate competente e stipulare una polizza assicurativa a copertura dei danni eventualmente provocati. Possono ottenere la certificazione tutti i contribuenti titolari di reddito di
impresa in regime di contabilità ordinaria.

Almeno per il momento il tacito rinnovo si applica nelle polizze che non rientrino a far parte del settore auto.

L’importanza di avere il tacito rinnovo in una polizza professionale permette all’assicurato di stare tranquillo per il prossimo rinnovo di copertura. La tutela per l’assicurato è che se l’assicuratore non volesse rinnovare il contratto deve obbligatoriamente comunicarlo con 30 giorni di preavviso. Nel mercato Italiano, hanno avuto molto successo le Compagnie Estere, che molto spesso non hanno il tacito rinnovo sulle polizze professionali. Il mercato di Londra generalmente non lo prevede per varie ragioni, ad esempio un cambio di Sindacato. Crediamo che in generale per l’assicurato sia più semplice e favorevole avere una polizza con il tacito rinnovo. Per ovviare all’assenza del tacito rinnovo, ci occupiamo di seguire passo passo i nostri clienti anche durante le delicate fasi di rinnovo.

I termini di prescrizione sono due anni e decorrono sempre dal momento in cui si viene a conoscenza del fatto e/o sinistro. Qualora l’assicurato dimentichi tale comunicazione, perderà la possibilità di essere garantito nel risarcimento del danno. Molta attenzione deve essere fatta soprattutto quando si varia la Compagnia Assicurativa. Occhi aperti, un buon metodo è avere uno scadenzario sinistri, oltre che un Mediatore Specializzato.

Come oramai noto la maggior per la maggior parte delle professioni tecniche, giuridiche e mediche è obbligatoria una polizza di responsabilità civile professionale, fin qui tutto ok ma non esiste una regola di quali siano le garanzie ed i massimali per essere tranquilli. In eƯetti per molte professioni la legge non stabilisce le regole dell’assicurazione, ed in maniera molto generica definisce l’obbligo di possedere una polizza di assicurazione. Quali sono i risvolti? Quale dovrebbe essere il massimale per avere una polizza congrua alle attività esercitate? Quali sono le garanzie da inserire nella polizza? Qual è il giusto intermediario con il quale fare la polizza? Le compagnie di assicurazione non sono obbligate a contrarre un rischio professionale, non sono interessate in quanto valutano un mercato sottoposto a rischi eccessivi e di conseguenza non formano i propri intermediari. Avete capito bene, non sono obbligate, non sono interessate, non formano. Le conseguenze sono catastrofiche, quest’ultime possono decidere a pro loro quali garanzie/limiti/esclusioni da inserire all’interno dei contratti, con la facoltà addirittura di assicurare o meno un professionista. Spero che sia chiaro il problema, non è solo la concorrenzialità, ma è molto più importante valutare come e con chi assicurarsi. Occorre SPECIALIZZAZIONE.

L’obbligo assicurativo introdotto dalla L. 14/09/2011 n.148 e dal successivo D.P.R. 07/08/2012 n.137, si riferisce alla Responsabilità Civile del libero professionista ovvero la responsabilità che insurge quando il professionista, nello svolgimento del proprio incarico, cagiona un danno a terzi e che ha
come conseguenza l’obbligo al risarcimento del danno stesso.

Quando i responsabili del medesimo danno sono più d’uno, è possibile che il professionista incorra nella cosiddetta “responsabilità solidale” come previsto dall’art. 2055 del c.c. che testualmente recita: “Se il fatto dannoso è imputabile a più persone, tutte sono obbligate in solido al risarcimento
del danno. Colui che ha risarcito il danno ha regresso contro ciascuno degli altri, nella misura determinata dalla gravità della rispettiva colpa e dall’entità delle conseguenze che ne sono derivate. Nel dubbio, le singole colpe si presumono uguali.” E’ evidente, già da questa premessa, che la condanna in solido costituisce un raƯorzativo del diritto al risarcimento del danneggiato in quanto consente a quest’ultimo di esigere l’intero risarcimento da uno qualsiasi dei soggetti responsabili ed è per questo motivo che il danneggiato, nella citazione in giudizio dei possibili responsabili, chiede praticamente sempre che il Giudice riconosca questo genere di responsabilità tra i chiamati in causa e disponga conseguentemente la condanna solidale tra gli stessi. In caso di responsabilità professionale succede spesso che il professionista sia chiamato in causa insieme ad altri professionisti e ad una o più imprese e, purtroppo, può accadere che il giudice riconosca una responsabilità solidale tra due o più di questi soggetti.

Dal punto di vista assicurativo occorre prestare molta attenzione poiché la maggior parte delle polizze di responsabilità civile professionale rispondono solo per la quota di responsabilità propria dell’assicurato con esclusione di qualsiasi quota solidale.

Compila i campi qua sotto per ricevere un preventivo gratuito nel minor tempo possibile.

Questo si chiuderà in 0 secondi

× Contattaci!